Archivio

La Fondazione Angelo Celli per una Cultura della Salute possiede un ricco archivio composto da diverse sezioni.

Nel corso del biennio 2018-2020, all’interno del Progetto per la valorizzazione e la divulgazione della memoria sul movimento di autoriforma psichiatrica in Umbria, finanziato dalla Regione Umbria, la Fondazione ha organizzato e descritto la sezione “Psichiatria” dell’archivio. La preziosa documentazione sul tema della autoriforma psichiatrica in Umbria, che ha spostato il luogo di riferimento della salute mentale dal manicomio ai servizi territoriali è stata oggetto di un complesso lavoro di riordinamento, inventariazione e digitalizzazione ai fini di una maggiore fruizione pubblica. Esso si inserisce all’interno di un più ampio interesse della Fondazione per la tutela e la valorizzazione della memoria del vasto e articolato movimento di riforma psichiatrica, che ha interessato l’Umbria dagli anni Sessanta agli anni Ottanta del secolo scorso.

La documentazione, raccolta e prodotta dalla stessa Fondazione, fin dall’anno della sua istituzione nel 1987, comprende materiali di diversa natura: cartacei, fotografici, audio e filmici, pubblicazioni, interviste in profondità ai protagonisti della riforma, compresi in un arco temporale ampio che va dal 1836 al 2016. Essi da un lato testimoniano la storia dell’Ospedale neuropsichiatrico provinciale Santa Margherita di Perugia, dall’altro riguardano politiche, pratiche, interventi e riflessioni prima sul processo di riforma, poi sul funzionamento dei servizi territoriali per la salute mentale. La sezione “Psichiatria” è stata riordinata attraverso l’utilizzo del programma di descrizione archivistica open source “Archimista 3.1.0”, suddividendola in nove serie archivistiche: Autoriforma dei Servizi Psichiatrici della Provincia di Perugia, Carteggio, Interviste, Tesi di laurea, Stabilimento di Santa Margherita a Perugia, Monografie e periodici, Fotografie, Video, Audio. Le nove serie si compongono di 198 unità archivistiche divise in: 6 buste, 189 fascicoli, e 3 scatole; 25 fascicoli della serie Carteggio sono ulteriormente suddivisi in 165 sotto-fascicoli. Ai documenti cartacei presenti (più di mille) si aggiungono oltre 500 fotografie, 47 video, 98 audiocassette. Il materiale ordinato e inventariato è in gran parte disponibile anche in formato digitale, acquisito attraverso l’utilizzo di “ScanSnap SV600” (oltre 600 oggetti digitali collegati ai fascicoli e/o sotto-fascicoli).

La realizzazione del progetto ha potuto contare sulla collaborazione del Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione dell’Università degli Studi di Perugia e del supporto metodologico e del coordinamento operativo della Soprintendenza Archivistica e Bibliografica dell’Umbria.

Attualmente la documentazione presente nella sezione è consultabile, oltre che presso la Fondazione, anche online nel SAN – Portale degli Strumenti di ricerca online.  https://inventari.san.beniculturali.it/inventari/1059