Con la legge 180 l’Italia abolisce i manicomi e promuove l’assistenza sul territorio

« torna indietro

Dalla legge 180 ai servizi di salute mentale

Con la legge 180 l’Italia abolisce i manicomi e promuove l’assistenza sul territorio

Il 13 maggio del 1978 venne approvata la Legge 180 “Accertamenti e trattamenti sanitari volontari e obbligatori” più comunemente chiamata Legge Basaglia, che ha sancito la chiusura degli ospedali psichiatrici in Italia e definito la presa in carico del disagio mentale da parte dei servizi territoriali di salute mentale sulla base di nuovi obiettivi definiti nel tempo dal movimento antimanicomiale.

Istituzione del servizio sanitario nazionale, Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, legge 23 dicembre 1978 n. 833

Quando venne approvata la legge 180 il panorama nazionale risultava estremamente eterogeneo e procedeva a differenti velocità: i modelli d’avanguardia, costruiti dagli psichiatri e dagli amministratori di città come Trieste, Parma, Arezzo, Reggio Emilia, Perugia in cui i principi della legge orientavano già i servizi di salute mentale, convivevano con quelli ancora centrati sul manicomio.

Convegno Informazione e Psichiatria, promosso dalle Provincie di Perugia e Milano e dalla Federazione della stampa italiana, Sala dei Notari, Perugia, 6-7 maggio 1978

Inoltre la legge era sprovvista di un regolamento di attuazione in grado di definire le risorse, le procedure e i tempi per applicarla che costituì un limite alla sua attuazione sul territorio nazionale.  Inoltre per molti anni rimase insoluta la questione degli ospedali psichiatrici giudiziari (OPG) che saranno chiusi definitivamente solo nel 2015. Al loro posto vennero costituite in Italia una trentina di Residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza (REMS), nuove strutture gestite da personale sanitario e non più da agenti di polizia penitenziaria.

Si tratta di una legge che costituisce ancora oggi un punto di riferimento in Europa e nel mondo, le cui potenzialità si sono potute realizzare grazie a un quadro più generale, quello dell’istituzione del sistema sanitario nazionale avvenuta nello stesso anno (legge 833 del 1978).